MAKSORA - Agenzia per il lavoro culturale e sociale
Русский
Italiano

O sole mio: una «piccolo Italia» alla scuola № 94

Home   |   Notizie

Potete iscrivervi per ricevere la nostra news letter mensile.




19.12.2014

Venerd? 12 dicembre presso la scuola 94 si e’ svolta la giornata “Porte aperte” in occasione del sessantacinquesimo anniversario della scuola.

Alle 10.00 nella hall della scuola hanno cominciato a radunarsi gli ospiti, tra i quali rappresentanti dell’amministrazione comunale, partner, ex insegnanti, ex allievi, studenti e genitori. Durante questa giornata tutti hanno potuto girare liberamente per la scuola, guardare le aule, visitare il museo della scuola, parlare con gli insegnanti, tuffarsi nei ricordi dei propri anni giovanili o del periodo di lavoro svolto nella scuola, incontrare vecchi amici.

Insieme alla direttrice della scuola abbiamo scelto questa data per aprire ai visitatori, per la prima volta, l’angolo di lingua e cultura italiane “O sole mio”.

L’idea di creare questo ‘angolo’ e’ nata circa un anno fa, sotto la direzione della nostra cara amica Tatjana Leonidovna Karpatovskaja. In qualit? di collaboratori di lunga data della scuola e come parte “italiana”, abbiamo colto subito con entusiasmo l’idea. Alla fine dello scorso anno scolastico la scuola ci ha assegnato uno spazio, abbastanza grande, da attrezzare. Durante l’estate abbiamo fatto qualche lavoro di ristrutturazione, poich? per molto tempo lo spazio assegnatoci era rimasto inutilizzato e vuoto. Con l’inizio del nuovo anno pian piano abbiamo trovato gli arredi, le tende, perfino i fiori e altri dettagli, abbiamo fatto qualche ulteriore lavoro di trapano e martello (appendere gli stand, sistemare i ripiani, montare gli armadi). Lo spazio e’ stato suddiviso in due parti: la prima, pi? spaziosa, dedicata alle lezioni e agli incontri, e la seconda, il corridoio, che ospiter? in particolare informazioni sulla cultura italiana. All’inizio di dicembre abbiamo terminato di arredare la parte per le lezioni con tavoli e sedie, una zona comoda e un armadio per la cucina. La sistemazione definitiva della seconda parte, suddivisa per temi (architettura, cinema, musica, regioni d’Italia, pittura) e’ ancora in corso: sono in elaborazione i materiali da esporre, le fotografie, mentre e’ quasi terminata la pittura sui vetri delle finestre. Anche se i lavori non sono ancora terminati abbiamo deciso di mostrare agli ospiti e agli scolari la nostra piccola e soleggiata Italia, della quale parla anche il nome scelto per la sala: “O sole mio”.

I primi ospiti sono stati i funzionari dell’amministrazione comunale, tra cui la direttrice del dipartimento per l’istruzione, Svetlana Viktorovna Parunova, seguiti da alcuni ex insegnanti della scuola, tra cui uno dei precedenti direttori, Pjotr Efimovich Petrov. Anche gli insegnanti attuali, alcuni studenti e i loro genitori hanno visitato con interesse la sala. Le prime reazioni sono state tutte di stupore per aver trovato, tra le mura severe della scuola, uno spazio cos? insolito. Qualcuno l’ha chiamato “salotto italiano”, qualcuno “giardino italiano”. Molti hanno voluto saperne di pi?, capire il futuro e la destinazione di questo ‘angolo’, e hanno potuto rivolgersi all’insegnante di italiano della scuola, e collaboratrice di MAKSORA, Tatjana Molchanova.

Dopo la visita c’e’ stato un concerto, dove gli ospiti hanno ascoltato poesie e canzoni eseguite dagli studenti in varie lingue. Il gruppo degli studenti delle classi seste ha cantato … “Azzurro”.

Speriamo che questo spazio costituisca una bella novit? e un luogo di incontro nella vita quotidiana di scolari e insegnanti. Qui si vorrebbero svolgere lezioni fuori programma di lingua e cultura italiane, lezioni di storia della musica e della pittura, incontri culturali e mostre. La prima lezione dovrebbe svolgersi entro la fine di dicembre: a tema sar? il Natale in Italia.

Progetti

Aprile 2013 -Pubblicazione del libro di Franco Nembrini “Di padre in figlio”

Di più »

Altri progetti »

Krasnyj Prospekt 200, tel.+7 383 335-73-20

Design by NooLab