MAKSORA - Agenzia per il lavoro culturale e sociale
Русский
Italiano

La finale del Festival delle Regioni Italiane

Home   |   Notizie

Potete iscrivervi per ricevere la nostra news letter mensile.




24.05.2016

Come forse ricorderete, un gruppo di scolari di quinta della scuola 94 e’ stato ammesso alla finale del “Festival delle Regioni Italiane”, che si e’ svolta a Mosca il 16 maggio u.s. presso il Ginnasio n. 1409. A marzo si era svolta una prima tappa del concorso, con l’invio da parte della scuola 94 di un breve video sulla vita del poeta romano Carlo Alberto Salustri (Trilussa) e sulla sua opera. Alla scuola era stata infatti assegnata la regione Lazio.

Alla fine di aprile sono stati comunicati i risultati della prima tappa, e gli scolari, insieme a Tatnjana Molchanova, Simonetta Ferrario e con il preziosissimo aiuto del nostro amico Kirill Kanin, che si e’ occupato soprattutto della costruzione scenica dello spettacolo, hanno cominciato a prepararsi per la messa in scena del breve spettacolo.

La partecipazione diretta degli scolari e’ stata possibile grazie al sostegno di MAKSORA. Poiché i piccoli attori visitavano per la prima volta la capitale, e per molti di loro era anche il primo viaggio in aereo, abbiamo optato per una breve permanenza di tre giorni, per poter visitare Mosca. Un regalo per la loro partecipazione e il loro impegno, per il sincero interesse mostrato.

Di mattina presto, il 14 maggio, ci siamo trovati in aeroporto: i sette scolari, la loro insegnante di italiano e Kirill Kanin, tutti con il presentimento che una bella avventura stava per iniziare. I bambini sono stati bravi, nessuno si e’ lamentato della stanchezza. A Mosca ci siamo trasferiti in albergo, ci siamo riposati un po’ e poi siamo andati a fare una lunga passeggiata in centro. Alla compagnia si e’ aggiunto un amico di vecchia data, Don Giampiero, che ha fatto subito amicizia con i ragazzi, scherzando con loro, facendo molte domande e raccontando di se’. Passeggiando per Mosca i piccoli attori non hanno comunque dimenticato il motivo principale del loro viaggio, e ogni tanto ci ripetevano la loro parte. Abbiamo passato il secondo giorno quasi interamente al VDNH, siamo arrivati fino al giardino Michurin, abbiamo mangiato sull’erba e poi siamo arrivati, attraverso il giardino botanico, alla tenuta Sheremetevskij e alla torre di Ostankino. Le lunghe camminate sono state tutte molto interessanti grazie a Kirill, che e’ stato la nostra guida e il nostro cicerone e ci ha raccontato molti fatti interessanti della storia della capitale con un linguaggio avvincente e semplice. Questi due giorni di passeggiate per la capitale sono stati ricchissimi di impressioni, cose nuove, amicizie e i bambini se li ricorderanno a lungo.

Lunedi’ mattina ci siamo diretti verso il ginnasio 1409. Ci siamo fermati a pranzare in un centro commerciale e per caso abbiamo incontrato il gruppo degli scolari di San Pietroburgo, anch’essi a Mosca per partecipare alla finale. Abbiamo fatto insieme l’ultimo pezzo di strada. Appena entrati nella hall si avvertiva gia’ un’atmosfera italiana: ci hanno accolto gli allievi, vestiti con i colori della bandiera italiana, e dappertutto si sentiva parlare in italiano. E poi e’ cominciata l’attesa.

Alle 15.00, nell’aula magna del ginnasio, e’ cominciata la finale. Erano presenti non solo gli studenti di scuole moscovite e russe (San Pietroburgo e Kemerovo), ma anche studenti italiani, venuti a Mosca con uno scambio. La finale del Festival e’ stata aperta da Aleksej Shaposhnikov, Presidente della Duma della citta’ di Mosca, seguito dal console generale d’Italia Piergabriele Papadia De Bottini, dal Direttore del Dipartimento dell’Educazione del Consolato italiano Giuseppe Lo Porto, e da Irina Ilicheva, direttrice del ginnasio ospitante. Dopo i loro saluti sono cominciate le rappresentazioni degli scolari, dedicate alle varie Regioni italiane.

I bambini della 94 di Novosibirsk e quelli di Kemerovo erano i partecipanti piu’ piccoli, e sono stati bravi, la competizione era con ragazzi piu’ grandi e con studenti universitari. Li ringraziamo per il loro coraggio e la loro creativita’! Un grande ringraziamento anche agli scolari di Pietroburgo e di Kemerovo e ai loro accompagnatori per il sostegno che ci hanno dato!

Progetti

Aprile 2013 -Pubblicazione del libro di Franco Nembrini “Di padre in figlio”

Di più »

Altri progetti »

Krasnyj Prospekt 200, tel.+7 383 335-73-20

Design by NooLab